Stazione saldante Hakko fx-888d

Oggi parleremo di uno degli utensili più importanti che non devono mancare nella nostra collezione : il saldatore. A discapito di quanto si possa pensare che sia difficile saldare, se si ha un buon saldatore è tutto relativamente più semplice, soprattutto se si sa cosa cercare e cosa comprare.

Come tutti quanti anche io ho iniziato con un saldatore da 10 euro preso in offerta ad una fiera dell’artigianato e mene sono pentito dopo pochi giorni, quando mi si è squagliato fra le mani rischiando di procurarmi una brutta bruciatura. Leggendo nei forum ho subito capito che per le mie necessità era meglio optare per una stazione saldante, che permette di controllare la temperatura e solitamente sono più affidabili rispetto allo stilo. Ho deciso di investire un pò di più e prendere una stazione saldante e devo dire che mi sono trovato abbastanza bene anche se comunque per arrivare a temperatura ci voleva veramente un’eternità e soprattutto il filo dello stilo era davvero di bassa qualità.

Con il tempo, avendo acquisito sempre più dimestichezza con la saldatura e con i componenti elettronici, ho deciso di fare il grande salto e passare ad una stazione saldante professionale. La mia scelta in questo caso è ricaduta nella Hakko FX-888D dopo aver visto dei video di Dave Jones (eevblog) nel quale sene parlava piuttosto bene, e forse un motivo c’era. A fondo pagina vi riporto il suo video se siete interessati (è in inglese).

Schermata del 2016-09-01 23-00-25
Specifiche

La qualità di questo prodotto è veramente alta rispetto a quanto la paghiamo: infatti tutto lo chassis della stazione è in metallo, lo stilo è di un’ottima qualità assieme al connettore che si innesta in maniera sicura alla stazione. L’impugnatura risulta comoda ed ergonomica, rendendola adatta anche a diverse ore di operatività. La stazione inoltre ha un display a sette segmenti nel quale possiamo vedere la temperatura selezionabile dai tasti sottostanti e in questo forse troviamo una delle poche pecche : infatti per alzare la temperatura dobbiamo tenere premuto il pulsante up e poi successivamente premere enter per alzarla, cosa non molto comoda in alcuni casi. Effettivamente è forse l’unico aspetto che non mi piace, anche perchè successivamente la punta arriva a temperatura in maniera quasi istantanea. Se riuscite a trovare su internet la sua vecchia versione che non ha la feature del diplay ma una manopola, a mio parere è di gran lunga migliore.

hakko-1
Hakko Fx-888-D

Lo stilo, come dicevo prima, è di eccellente qualità sia nei materiali che come assemblamento, partendo dal cavo che lo collega alla stazione che è di una eccellente qualità ed inoltre molto flessibile, cosa non da tenere sotto conto. Un aspetto che merita un discorso a parte sono le punte: infatti costicchiano, circa 7-10 euro a punta a seconda di quale tipologia prendete, ed inoltre dipende molto se le prendete originali o meno poichè quelli non originali durano molto meno. All’inizio credevo di dover imputare una scarsa qualità delle punte originali ma poi mi sono reso conto che ero io a non averne cura in maniera corretta, e magari farò un tutorial più avanti nello spiegare come saldare e come tenere cura della nostra attrezzatura (fatemi sapere nei commenti se può interessarvi), per ora vi linko il sito del produttore . La spugnetta dove pulire il saldatore è di buona qualità, non la migliore che ho visto ma comunque fa il suo lavoro, e per la maglia in metallo lo stesso discorso.

hakko2
Stilo

All’interno della stazione, come si può vedere anche dal video di eevblog, ci sono componenti di ottima qualità che rispettano tutti gli standard di sicurezza dovuti, garantendoci quindi affidabilità e performance allo stesso tempo, cosa che, anche per esperienza personale, posso dire che non sia così scontata, anzi….

Ovviamente il prodotto rispetta tutte le normative europee, ed è distribuito in italia da diversi e-commerce e distributori, anche se io l’ho preso dal fidatissimo batterfly, che ad oggi non mi ha mai deluso. Spero di avervi dato una buona dritta e fatemi sapere anche voi cosa avete e come vi ci trovate.

Alla prossima