MeArm Pi, il braccio robotico per tutti

MeArm Pi per tutti, grandi e piccini.

Questo progetto, segnalato da un amico, è molto interessante perché si pone come obbiettivo quello di avvicinare i giovani (Anni 11+) alla tecnologia.

Il crowdfunding e stato avviato agli inizi di febbraio e tra qualche giorno terminerà. Ad esso hanno partecipato più di 700 persone, donando in totale oltre le 45.000 sterline (10.000 quelle richieste).

Secondo la tabella di marcia, rilasciata dagli sviluppatori, la produzione inizierà verso Aprile e le prime unità verranno spedite verso Luglio.

Per essere programmato, MeArm Pi non necessita di hardware aggiuntivi. Infatti lo si può programmare tramite web browser. Esso supporta diversi linguaggi quali: Python, javascript, Blockly, e Snap. inoltre è controllabile tramite delle web API scritte in Node.js (Git-repository).

Il kit composto da vari pezzi quali il braccio, i servomotori e il 2 joystick è compatibile con la versione B+ di Raspberry Pi. Questo “limite” è causato dalla dimensione della GPIO (richiede 40 Pin). Teoricamente dovrebbe funzionare anche con un Raspberry Pi Zero, ma a detta degli sviluppatori, questa necessiterebbe dei distanziali per il montaggio.

View post on imgur.com

I creatori, inoltre, ci tengono a ribadire che il progetto, come le versioni precedenti a questa, è open in tutte le sue parti: sia Hardware che Software.